Contributo locativo, il bando integrale

Pubblicato il bando per il contributo locativo. Ecco quali adempimenti compiere entro il 9 gennaio 2012. SETTORE URBANISTICO ED EDILIZIA Ufficio CASA BANDO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE DI UN CONTRIBUTO ECONOMICO INTEGRATIVO ALL’AFFITTO Legge 431/98 In applicazione della legge 9 dicembre 1999 e della Circolare dell’Assessorato Regionale dei Lavori Pubblici del 10/11/2011( pubblicata sulla G.U.R.S. del 21/10/2011 n° 44)  con la quale sono stati determinati gli adempimenti per consentire ai conduttori di beneficiare dei contributi integrativi a valere sulle risorse assegnate al Fondo Nazionale di Sostegno per l’accesso alle abitazioni in locazione. Contributo anno 2010 SI COMUNICA CHE I cittadini residenti nel comune di Gela, possono presentare istanza per la concessione di un contributo economico integrativo all’affitto, utilizzando gli appositi moduli in distribuzione presso il Settore Patrimonio nonché presso gli Uffici Relazioni con il Pubblico di Palazzo di Città e via Mare. A – REQUISITI PER LA PARTECIPAZIONE: 1. Residenza nel Comune di Gela; 2. Possesso di Contratto di Locazione regolarmente registrato e coincidente con la residenza del nucleo familiare; 3. Reddito annuo imponibile complessivo del nucleo familiare non superiore alla somma di due pensioni minime INPS( Per l’anno 2010 detto limite ammonta a €. 11.985,22) rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 14%(cosiddetta fascia A); 4. Reddito annuo imponibile complessivo del nucleo familiare non superiore a quello determinato della Regione Siciliana per l’assegnazione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, pari ad €. 14.027,35 5. rispetto al quale l’incidenza del canone di locazione risulti non inferiore al 24% ( cosiddetta fascia B). B - PRECISAZIONI a- Il limite massimo del contributo viene stabilito in E. 3.098,74 annui per i nuclei fami liari in possesso dei requisiti relativi alla fascia A ed in E. 2.324,05 annui per i nuclei familiari in possesso dei requisiti relativi alla fascia B; b- E’ fatta salva la possibilità dell’incremento del 25% del contributo da assegnare o dei limiti di reddito, per i casi previsti all’art. 2, comma 4 del Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 07 giugno 1999 ( nuclei familiari richiedenti che includono ultra sessantacinquenni, disabili o per altre analoghe situazioni di particolare debolezza sociale) ; c- Effettuati i dovuti abbattimenti, per i redditi da lavoro dipendente o assimilato e da lavoro autonomo, il reddito è diminuito per ogni figlio a carico E.516,45 .Dopo la detrazione per i figli a carico, in caso di lavoro dipendente o assimilato, detto reddito va ulteriormente abbattuto del 40% , i soggetti rientranti nella fascia “A” devono possedere un reddito compreso tra €. 0,00 e €. 11.985,22 mentre i soggetti rientranti nella fascia “B” devono possedere un reddito compreso tra €.11.985,22 e €.14.027,35. Detto limite può essere solamente superato nei casi rientranti all’art. 2,comma 4 del citato D.M. dei Lavori Pubblici 07 giugno 1999 di cui al punto “b” e comunque non può essere superato il limite massimo di €. 14.981,52 per la fascia“A” e il limite di € 17.534,18 per la fascia “B”; d- L’accesso al contributo è consentito anche ai cittadini extracomunitari ed è subordinato ai sensi dell’art. 11 comma 13, della Legge n° 133 del 06 agosto 2008, al possesso del certificato storico di residenza da almeno 10 anni sul Territorio Nazionale o di 5 anni nella medesima Regione. L’istanza, resa in autocertificazione ai sensi della normativa vigente dovrà riportare: L’ammontare dei redditi del nucleo familiare che dovrà, altresì, risultare dalla dichiarazione dei redditi percepiti nell’anno 2010; La specificazione che l’alloggio per cui si richiede il contributo, di proprietà pubblica o privata, ha i caratteri tipologici comparabili a quelli dell’edilizia residenziale pubblica con esclusione di quelli aventi categorie catastali A/1, A/8, A/9 e di quelli locati per finalità turistiche e di alloggi di edilizia economica e popolare con contratto di locazione ancora in corso con gli enti gestori di settore e comunque deve ricadere nel territorio del comune di Gela. C- ALL’ISTANZA DOVRA’ ALTRESI’ ESSERE ALLEGATA , PENA ESCLUSIONE, LA SEGUENTE DOCUMENTAZIONE: Copia del contratto di locazione dell’alloggio che deve coincidere con la residenza del nucleo familiare, regolarmente registrato presso l’Ufficio del registro di Gela, valido per il 2010 come documentato da tassa di registrazione allegata; Fotocopia della ricevuta di pagamento del canone di locazione in caso di adeguamento ISTAT; Copia di documento probante la categoria catastale dell’alloggio per cui si richiede il contributo; Copia della dichiarazione dei redditi riferita ai redditi prodotti nell’anno 2010 ( MOD. CUD- 730/UNICO, nel caso in cui non si è in possesso di uno dei seguenti modelli l’istante può presentare il modello ISEE relativo all’anno 2010); Certificato di Stato di Famiglia o dichiarazione resa in autocertificazione; Copia del Certificato di Invalidità per i soggetti rientranti nei casi previsti all’art.2 comma 4, del Decreto del Ministero dei Lavori Pubblici 07 giugno 1999; Copia di valido documento di riconoscimento del richiedente; Copia del codice fiscale. L’istanza di ammissione al contributo, completa degli allegati, deve essere inviata entro e non oltre 60 giorni dalla data di pubblicazione del bando a mezzo raccomandata A/R, o consegnata a mano, al Comune di Gela presso il Protocollo Generale, sito in Piazza San Francesco, 1 AVVERTENZE: Si avvisa che non saranno accolte le pratiche pervenute oltre i termini indicati o non complete della documentazione chiaramente indicata al punto “C” del presente Bando. L’Ufficio Casa presso il Settore Urbanistico ed Edilizia rimane a disposizione degli utenti per ogni informazione e chiarimento sulle modalità di presentazione nelle giornate di Martedì e Giovedì dalle ore 9,00 alle ore 11,30. La concessione del contributo è subordinata all’ammontare della disponibilità finanziaria determinata dalla ripartizione ed assegnazione ai Comuni della Sicilia della quota del Fondo Nazionale per il sostegno all’accesso delle abitazioni in locazione che sarà attribuito da parte del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti alla Regione Siciliana per l’anno 2010. Gela lì IL DIRIGENTE DEL SETTORE Ing. Giovanni Costa

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso clicca su `Approfondisci`. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su `Accetto` acconsenti all`uso dei cookie.