Lavori di pubblica utilità per bisognosi, impegnati 355 mila euro

Con una determina dirigenziale è stata impegnata la somma di 355 mila euro per contributi da erogare a soggetti bisognosi che hanno presentato istanza nel 2011. Il regolamento prevede di fare prestare attività di pubblica utilità nell’ambito del territorio comunale a chi richiede un sussidio economico, in relazione ad età, condizione fisica e stato di salute. La prestazione di pubblica utilità non si configura come rapporto di lavoro subordinato, né di carattere pubblico o privato ed a tempo indeterminato.

Questo sito web utilizza cookie tecnici e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Per saperne di più o negare il consenso clicca su `Approfondisci`. Proseguendo la navigazione del sito o cliccando su `Accetto` acconsenti all`uso dei cookie.