Aperti al pubblico: Lun | Mer | Ven 8.30 - 13 - Mar | Gio 8.30 - 17.30

0933 906111

Avviso per i contributi per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati

Il Sindaco Lucio Greco e l’assessore ai servizi sociali Nadia Gnoffo rendono noto ai cittadini residenti nel territorio comunale che, nell’ambito degli interventi di sostegno economico alle famiglie, volti all’integrazione sociale e al miglioramento della qualità della vita delle persone diversamente abili, e nel rispetto delle “Disposizioni per favorire il superamento e l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati” (legge 13/89), la Regione Sicilia, attraverso i Comuni di residenza, eroga contributi destinati alla realizzazione di opere finalizzate al
superamento e all’eliminazione di barriere architettoniche in edifici privati già esistenti ove risiedono persone diversamente abili.

BENEFICIARI:
Le domande devono essere presentate da/per soggetti disabili che soffrano di patologie che comportino menomazioni o limitazioni funzionali permanenti che si concretizzano in difficoltà o impossibilità di deambulazione. Rientrano in tale fattispecie anche i soggetti non vedenti. Il soggetto disabile deve essere in possesso della residenza anagrafica nel Comune nel quale ha presentato l’istanza e nell’immobile nel quale sono previsti gli interventi per i quali richiede il contributo. La mancanza anche di uno soltanto dei superiori requisiti comporta la inammissibilità al
finanziamento. L’immobile nel quale verranno realizzati gli interventi di eliminazione delle barriere architettoniche
per le quali è stato richiesto il contributo deve essere quello in cui il disabile ha la residenza anagrafica e quindi dove risiede effettivamente, stabilmente ed abitualmente. Non si ha diritto al contributo se il disabile ha dimora solo saltuaria o stagionale o precaria. Perde inoltre il diritto al contributo il disabile che dopo aver presentato l’istanza cambia residenza anagrafica (di Comune) o abitazione. Di conseguenza il contributo può essere concesso esclusivamente per la realizzazione di interventi in edifici privati, per l’eliminazione di ostacoli alla mobilità, sia gli uni che gli altri già esistenti alla data della presentazione dell’istanza. Non potranno quindi essere ritenute ammissibili istanze riguardanti interventi su edifici in costruzione né istanze riguardanti interventi già realizzati.

L’istanza, cui deve essere apposta marca da bollo dell’importo di € 16,00, deve essere presentata dalla persona diversamente abile (invalido totale o parziale) o da chi ne esercita la tutela o potestà (Richiedente). Dovrà essere sottoscritta anche dal soggetto che sosterrà l’onere della spesa, se diverso dal richiedente. Tale soggetto (ad es. l’amministratore del condominio, proprietario dell’immobile, ecc.), cui dovrà essere intestata tutta la documentazione fiscale relativa all’intervento di abbattimento barriere architettoniche, sarà il Beneficiario del contributo. La domanda, corredata da certificato medico in carta semplice attestante la difficoltà ovvero l’impossibilità di deambulazione di cui soffre il soggetto diversamente abile, da eventuale certificazione rilasciata dall’ASP, territorialmente competente, da cui si evinca l’invalidità totale (100%) e da autocertificazione dalla quale risultino l’ubicazione dell’immobile ove risiede effettivamente, stabilmente ed abitualmente la persona diversamente abile e su cui insiste la barriera architettonica, il tipo di intervento da realizzare, l’ammontare della spesa preventivata, comprensiva di IVA, va inoltrata con apposita modulistica al Sindaco presso l’ufficio dell’Assessorato Settore Servizi Sociali in qualunque momento dell’anno. Si ricorda che le domande presentate entro il 1 Marzo di ogni anno vengono inserite nella graduatoria dell’anno in corso; le istanze pervenute successivamente a tale data verranno inserite nella graduatoria dell’anno successivo.

Modulo-Richiesta-contributi-barriere-architettoniche

LE ISTANZE DOVRANNO ESSERE PRESENTATE PRIMA DI INIZIARE I LAVORI E/O ACQUISTARE I BENI OGGETTO DI CONTRTBUTO E ALLE STESSE DOVRANNO ESSERE ALLEGATI I PREVENTIVI DI SPESA
Ai predetti documenti occorre allegare fotocopia del documenti di identità o riconoscimento in corso di validità e del codice fiscale sia del richiedente che del beneficiario del contributo, se persona diversa nonché qualsiasi documentazione utile relativa all’intervento che si intende realizzare e, nel caso in cui si interviene in un condominio, anche verbale di delibera assembleare di approvazione dell’intervento di cui trattasi (qualora il beneficiario fosse individuato nel Condominio, nella persona dell’amministratore pro-tempore, sarà necessario produrre anche il verbale di nomina di quest’ultimo). Nel caso in cui la spesa è sostenuta da più soggetti per lo stesso intervento, è necessario presentare un’unica istanza che sarà sottoscritta per adesione e conferma da tutti i soggetti interessati.

Il costo dell’intervento da realizzarsi va sostenuto ed anticipato dal cittadino fatta salva la possibilità del rimborso della spesa nella misura determinata come segue:
a) Per spese fino d € 2.582,28: il contributo è pari al 100% della spesa effettivamente sostenuta;
b) Per spese superiori a € 2.582,28 e fino a € 12.911,42: il contributo è pari a € 2.582,28
maggiorato del 25% della spesa eccedente gli € 2.582,28;
c) Per spese fino a € 57.645,70: il contributo è maggiorato di un ulteriore 5% per la parte eccedente
gli € 12.911,42.

In sede di liquidazione del contributo accreditato, tale contributo sarà ricalcolato sull’importo effettivamente speso, da rendicontare mediante trasmissione di relativa documentazione fiscale giustificativa debitamente quietanzata e intestata al soggetto onerato della spesa, in caso di spesa inferiore a quella preventivata. Non si procederà a ricalcolo in caso di spesa effettiva superiore a quella preventivata. E’ possibile cumulare il contributo in argomento con altri contributi concessi da altri enti per i medesimi interventi o beni per i quali è stata avanzata l’istanza: in tali casi il totale dei contributi, che si ha obbligo di dichiarare in sede di istanza, non può superare la spesa effettivamente sostenuta. I contributi sono concessi mediante scorrimento della graduatoria degli aventi diritto formata su base regionale e previo accreditamento dei fondi sulla base delle risorse finanziarie allo scopo disponibili contestualmente all’indicazione dei soggetti beneficiari (con priorità degli invalidi totali rispetto agli invalidi parziali secondo l’ordine cronologico di presentazione dell’istanza) e degli importi dei singoli contributi.

LA LIQUIDAZIONE DEL CONTRIBUTO ECONOMICO AI BENEFICIARI AVENTI DIRITTO RESTA SUBORDINATO AL TRASFERIMENTO DELLE RISORSE ECONOMICHE DA PARTE DELLA REGIONE SICILIANA. NESSUN ONERE ECONOMICO GRAVERÀ SUL BILANCIO COMUNALE.

TERMINE DI PRESENTAZIONE:
Il termine della presentazione delle domande è fissato al 1° marzo di ciascun anno. Le domande che dovessero essere presentate oltre detto termine potranno essere considerate valide e tenute in evidenza per la formulazione della graduatoria dell’anno successivo. Le domande dovranno essere presentate al protocollo del Comune a mano o a mezzo pec all’indirizzo: servizisociali@pec.comune.gela.cl.it.

Modulo-Richiesta-contributi-barriere-architettoniche

“La nostra amministrazione – affermano il Sindaco Greco e l’assessore Gnoffo – sin dal suo insediamento si spende per far si che tutti possano godere degli stessi diritti, e affinché ogni barriera, architettonica e mentale, possa venir giù. Dimostrazione ne sono i tanti tavoli di concertazione che abbiamo avviato con tutte le associazioni del territorio che si occupano dei problemi legati alla disabilità. E’ davvero un’occasione da non perdere, e ci auguriamo che in tanti aderiscano a questo avviso entro i termini previsti”. 

Leggi tutto

Svuota cantine: riempiti 10 scarrabili. Prossimo appuntamento domenica 6 marzo

10 scarrabili riempiti, 2 di RAEE e 8 di ingombranti. Sono i numeri che hanno caratterizzato la prima delle due giornate di svuota cantine organizzate da amministrazione comunale e Tekra per dare la possibilità ai cittadini di conferire correttamente i propri rifiuti appartenenti a queste due tipologie.

Le operazioni sono iniziate alle 7 e si sono concluse alle 12, in contrada Brucazzi, e oltre 500 sono state le auto le auto che, insieme ad alcuni mezzi pesanti, si sono messe in fila e hanno atteso senza disagi il proprio turno.

“Siamo soddisfatti per l’andamento delle operazioni. Ci aspettavamo un buon afflusso – ha commentato l’assessore all’ambiente Cristian Malluzzo – e così è stato, ma, nel contempo, siamo riusciti a fare in modo che le attese non si protraessero oltre i 15-20 minuti. Il prossimo appuntamento, lo ricordiamo, è per il 6 marzo, sempre a Brucazzi dalle 7 alle 12. Ringrazio la Tekra per l’ottimo lavoro svolto a favore della città e i gelesi che hanno raccolto il nostro invito. Ci impegneremo a programmare altre giornate come questa in futuro, ma, qualora non ci fossero svuota cantine in agenda, invito tutti a prenotare il ritiro a domicilio. Poniamo fine allo scempio degli abbandoni indiscriminati di rifiuti, tutti insieme”.

Leggi tutto

La giunta approva 5 progetti e li trasmette al Ministero, Greco: “Attendiamo con fiducia l’esito dell’iter”

Il Sindaco e la giunta non perdono tempo, e colgono al volo l’occasione offerta da un Avviso Pubblico ministeriale che riguarda gli “interventi di messa in sicurezza del territorio a rischio idrogeologico, di strade, ponti e viadotti e di messa in sicurezza ed efficientamento energetico degli edifici, con precedenza per gli edifici scolastici, e di altre strutture di proprietà dell’ente”. Questa mattina, sono stati approvati cinque progetti con i relativi studi di fattibilità, già trasmessi al Ministero dell’Interno. Se saranno approvati e finanziati, permetteranno di riqualificare e migliorare la vivibilità di altrettante zone della città: San Giacomo, Carrubazza, Baracche (compresa la via Butera), un tratto di lungomare e Piazza Russello.

Tutti i progetti sono stati redatti nell’ottica di assicurare la qualità architettonica, e la conformità sia alle norme ambientali che alla normativa in materia di tutela della salute e della sicurezza. La progettazione si inserisce all’interno dei programmi di viabilità urbana e extraurbana del Comune, con l’obiettivo di migliorare la funzionalità della pavimentazione e di garantire la sicurezza stradale nei tratti veicolari e nei camminamenti riservati ai pedoni. Gli interventi previsti sulle strade consistono, innanzitutto, nella manutenzione straordinaria dei tratti di pavimentazione esistenti e nella loro messa in sicurezza. Prevista la rimozione e dismissione della vecchia pavimentazione stradale degradata, e la formazione di un nuovo strato. Saranno, inoltre, abbattute le barriere architettoniche e minimizzati i dislivelli tra piani diversi. Terminata la posa in opera del nuovo manto stradale, si provvederà alla realizzazione della nuova segnaletica orizzontale.

Per quanto riguarda, invece, Piazza Russello, l’intervento previsto consiste nella rimozione della pavimentazione fatiscente e nella realizzazione di circa 5.100 mq di nuova pavimentazione. I campi da gioco saranno ripitturati e tutto il perimetro dell’area verrà opportunamente recintato, mentre le gradinate saranno trattate con uno speciale rivestimento. L’area interna dell’arena verrà sistemata e valorizzata mediante la creazione di un circuito sportivo nel quale ci si potrà allenare in sicurezza e all’aperto. Sia la parte anteriore della Piazza che quella posteriore saranno abbellite con delle fioriere interrate, che, insieme ai giochi d’acqua e all’installazione di tavoli e panche, renderanno l’area perfetta per trascorrervi qualche ora di relax e svago.

Infine, il lungomare Federico II. Il tratto oggetto di recupero interessa la parte ovest dello stesso, dal Porticciolo di Gela (all’altezza del Club Nautico) fino alla Porta della Pace, per una lunghezza complessiva di circa 1,46 km. Un’area degradata che necessita di interventi strutturali di protezione e valorizzazione, in cui sono presenti forti elementi di degrado ed è scarso il livello di sicurezza per i cittadini, molti dei quali vi si allenano. La pavimentazione, infatti, è irregolare e fortemente dissestata, con presenza di numerose buche e parapetti fatiscenti e degradati. L’intervento previsto consiste nella manutenzione straordinaria dei marciapiedi esistenti e ammalorati e la realizzazione di nuovi, per circa 5.300 mq; nell’eliminazione di eventuali gradini e dislivelli e nell’abbattimento di barriere architettoniche. Nello slargo di Porta della Pace, dove sono presenti 2 campi da basket “open” realizzati su asfalto, inadeguati per la pratica della pallacanestro, si procederà alla messa in sicurezza e alla pitturazione.

“I progetti sono stati già caricati sul portale del Ministero, – spiega il Sindaco Lucio Greco – e attendiamo adesso con fiducia l’esito dell’iter. La nostra speranza è quella di ottenere, in poco tempo, la disponibilità economica necessaria per passare alla fase esecutiva e avviare i lavori. Uno degli incontri che ho avuto a Roma in questi giorni verteva proprio su questo, e ho avuto ampie rassicurazioni circa il fatto che questi progetti verranno esitati favorevolmente. Stiamo parlando di cinque milioni che ci permetteranno veramente di cambiare il volto di alcune zone della città particolarmente vissute. E che dire delle strade? La maggior parte di esse versa in condizioni estremamente precarie, e hanno ragione i cittadini quando ci chiedono di fare di più in tal senso. Purtroppo, il taglio dei finanziamenti regionali e statali ha provocato anche questo disagio enorme che ora, grazie a questi soldi, potremo, in parte, eliminare. Stiamo lavorando alacremente e abbiamo sul tavolo una progettualità di tutto rispetto, della quale i cinque progetti approvati oggi in giunta non sono che una piccola parte”.

Leggi tutto

10 cucce di quartiere per le colonie feline e i cani sterilizzati e reimmessi sul territorio

L’idea è partita, alcune settimane fa, dalle associazioni animaliste del territorio, ma l’amministrazione comunale e l’assessore Giuseppe Licata l’hanno immediatamente fatta propria, attivando tutti i canali per concretizzarla. Questa mattina è iniziata la posa delle 10 cucce di quartiere realizzate dal Comune, che continuerà anche nei prossimi giorni: due nei pressi del tribunale, due in via Morselli e in via Bronte, zone nelle quali insistono delle colonie feline, una in via Butera, un’altra a Macchitella, due a Manfria e due nella zona residenziale vicino alla diga Comunelli. In questo modo, cani e gatti di quartiere, opportunamente sterilizzati e microchippati, potranno proteggersi dal freddo in inverno e dal sole cocente in estate. Le volontarie delle associazioni LIDA, OIPA, Vita Randagia e Il Mondo di Pluto, con l’impegno quotidiano che da sempre le contraddistingue, vigileranno affinché le cucce non vengano vandalizzate e/o rubate e si prenderanno cura degli animali che beneficeranno delle stesse.

“Credo sia davvero una bellissima iniziativa – commenta l’assessore Licata – e se è vero, com’è vero, che la civiltà di una città si misura anche da come vengono trattati gli animali, possiamo dire che oggi abbiamo fatto un bel passo in avanti e lanciato un messaggio estremamente importante. Un ringraziamento va alle associazioni che ci hanno coadiuvato e che ci sono accanto in questa nuova mission. Gli animali non solo non devono essere maltrattati e abbandonati, non basta. Vanno anche curati e messi nelle condizioni di vivere dignitosamente, di certo non chiusi a vita in una gabbia. Il Sindaco Lucio Greco ha seguito insieme a me tutto l’iter di realizzazione delle cucce, ed è soddisfatto del risultato proprio come me. Un appello, naturalmente, ora lo lanciamo ai gelesi, affinché ci aiutino a far si che questa iniziativa possa essere un successo e divenire un modello da seguire per altre città”.

Leggi tutto

Rimossa l’ennesima discarica abusiva in via Abela e installate le telecamere

Amministrazione comunale e Tekra insieme per continuare, da un lato, la pulizia straordinaria del territorio, dall’altro la programmazione della pulizia ordinaria di tutta la città. I netturbini oggi hanno ripulito e riqualificato un luogo che, nelle ultime settimane, è stato più volte oggetto di pulizia, in pieno centro storico, in via Abela, dove ancora una volta è stata rimossa una discarica abusiva a cielo aperto. L’assessore all’ambiente, Cristian Malluzzo, si è personalmente recato sul posto per un sopralluogo e per coordinare le operazione di spazzamento e ripristino dell’area. Alla fine, anche qui sono state installate delle telecamere di videosorveglianza, per scongiurare che nuovamente, a breve, questa zona torni ad essere ricettacolo di rifiuti.

“Proseguiamo con la logica della tolleranza zero. Chi sporca – commenta l’assessore Malluzzo – viene individuato e multato, quando non anche denunciato. Mi fa piacere, però, che finalmente la stragrande maggioranza dei cittadini, oltre a pretendere pulizia e decoro e a lamentare, giustamente, il fatto che molta gente, anche dell’hinterland, vada lì a depositare la spazzatura, si stia ribellando a questo stato di cose e non sia più, in alcun modo, disposto a tollerarlo. Noi non possiamo avere occhi ovunque, è umanamente impossibile, ma se i nostri concittadini ci aiutano ad arginare questo deprecabile fenomeno, possiamo davvero, una volta per tutte, riuscire a debellarlo. Sento nascere e crescere questa voglia di riscatto, di ordine, di rispetto del territorio, della propria casa comune, e questa è la chiave di volta che in qualità di amministratori, abbiamo sempre auspicato. Noi continueremo a fare il nostro dovere, ma quei pochi incivili, gelesi e non, che ancora si ostinano a sporcare, sappiano che, alla fine, vinceremo noi. Vincerà la Gela onesta, rispettosa delle regole e innamorata della propria città”.

Leggi tutto

Picarro Surveyor: a Gela la tecnologia più all’avanguardia nel monitoraggio delle reti gas

Il vicesindaco Terenziano Di Stefano e l’assessore Ivan Liardi hanno incontrato, questa mattina a Palazzo di Città, una delegazione di Italgas che ha presentato Picarro Surveyor, la tecnologia più all’avanguardia nel campo delle attività di monitoraggio delle reti gas, che la società adotta in esclusiva per l’Europa. Il sistema consiste in una sofisticata sensing technology che, rispetto alle tecnologie tradizionali, offre importanti vantaggi in termini di rapidità di svolgimento e di ampiezza delle aree sottoposte a controllo. Montata sugli automezzi di servizio, infatti, garantisce una sensibilità di rilevazione della presenza di gas nell’aria di tre ordini di grandezza superiori a quelli attualmente in uso dagli altri operatori del settore. La vettura già dall’inizio dell’anno è in giro per la città, con l’obiettivo di rilevare eventuali perdite di gas e, in qualche caso, ha già provveduto alle operazioni di messa in sicurezza prima ancora che i cittadini se ne rendessero conto e facessero la dovuta segnalazione. Risultato importante, che è stato possibile grazie al software di ultima generazione utilizzato dalla Picarro, altamente sofisticato e in grado di rilevare non solo la presenza di metano ma anche di etano, restituendo in questo modo un dato più accurato circa la quantità di molecole di gas presenti nell’aria. Un dato che, incrociato con le informazioni relative alla direzione e alla velocità del vento e con le rilevazioni geo-referenziate, consente di fornire in tempi estremamente rapidi e con grande precisione la localizzazione della possibile origine della dispersione.

“Dopo i tragici fatti di Ravanusa, costati la vita a dieci persone, di cui una nel grembo materno, – ha dichiarato il Vicesindaco Di Stefano – appare chiaro ancora di più rispetto al passato che la sicurezza è la priorità assoluta. La Prefettura ha chiesto ai Comuni di svolgere un attento monitoraggio dello stato di gasdotti e metanodotti, e, in quest’ottica di prevenzione, siamo grati ad Italgas per il suo essere estremamente attenta, all’avanguardia e vicina alle esigenze delle città e delle pubbliche amministrazioni. Attraverso queste nuove tecnologie, e i sofisticati sensori ad altissima precisione, non solo è possibile rilevare perdite di gas ad ampio raggio, ma anche controllare il 100% della linea del gas presente nell’intero territorio urbano in un anno, mentre prima ne servivano quattro. Ovviamente, a questi sistemi di ultima generazione saranno sempre affiancati quelli tradizionali, affinchè mai più possano verificarsi tragedie”.

Leggi tutto

Tamponi: da lunedì sarà operativo solo il PalaCossiga. Brucazzi chiude

Comune di Gela e ASP comunicano che, essendosi notevolmente ridotto, rispetto a qualche settimana fa, il numero dei cittadini che necessitano di tampone rapido o molecolare, in linea con l’andamento discendente della curva epidemiologica, a partire dal prossimo lunedì, 14 febbraio 2022, il drive in di contrada Brucazzi chiuderà.

Rimarrà attivo per tutti, anche per coloro che hanno la prenotazione o che devono fare il tampone a pagamento, il centro tamponi allestito all’hub del PalaCossiga, dove il servizio sarà attivo come sempre, ossia tutti i giorni dalle 9.30 alle 12.

Unica eccezione il martedì, giorno in cui, a seguito dello svolgimento mattutino del mercato settimanale, gli operatori sanitari effettueranno i test dalle ore 15 in poi.

Leggi tutto

Disabilità, l’impegno dell’amministrazione: “Investire su integrazione ed inclusione”

Il Sindaco Lucio Greco e l’assessore ai servizi sociali Nadia Gnoffo hanno incontrato i rappresentanti delle associazioni che si occupano di disabilità iscritte all’albo comunale. E’ stata l’occasione per affrontare diversi temi che, degni della massima attenzione, saranno ulteriormente trattati nei tavoli istituzionali ad hoc che saranno indetti prossimamente e che vedranno la partecipazione non solo delle associazioni ma di tutti gli organi preposti che, ciascuno in base alle proprie competenze, si occupano di disabilità.

Sindaco e assessore hanno incontrato anche il presidente della consulta dei disabili, Livio Aliotta, e il vicepresidente Orazio Giudice. Anche in questa sede, con spirito di collaborazione, sono state esaminate e approfondite le richieste avanzate dalla consulta. “Sono stati momenti propositivi e ricchi di contributi che ci consentiranno di individuare proposte realistiche per la cui realizzazione lavoreremo insieme. Sono stati due anni difficili, – affermano Greco e Gnoffo – che non ci hanno consentito incontri in presenza e frequenti, ma siamo certi che presto saremo nelle condizioni di poterci confrontare non in maniera occasionale, ma con una programmazione degli incontri tale da garantire una continuità operativa. Vogliamo rilanciare il ruolo e l’autonomia delle associazioni, e per questo abbiamo sollecitato i rappresentati dei comuni del distretto affinché si istituisca al più presto il tavolo tecnico distrettuale. Siamo convinti che quest’ultimo possa rappresentare uno strumento di partecipazione dei cittadini alla realizzazione di politiche volte a garantire a tutti pari opportunità, nonché al superamento delle limitazioni derivanti da situazioni di disabilità. In entrambi gli incontri, abbiamo rappresentato la volontà di investire sulla piena integrazione ed inclusione delle persone con disabilità, ma ciò sarà possibile solo se si individueranno soluzioni condivise. In più, a livello distrettuale abbiamo già firmato l’accordo di programma per il “Dopo di Noi” e predisposto tutto per l’avvio del servizio Asacom la prossima settimana. Il ritardo, com’è noto, è dipeso da difficoltà oggettive nell’organizzazione del servizio, aggravate dalla pandemia”.

Il Sindaco e l’assessore Gnoffo hanno anche avuto modo di interloquire con ASP e con il suo comitato consultivo aziendale, presieduto da Salvatore Pelonero, in merito all’integrazione socio-sanitaria, ai PUA e al rafforzamento dei servizi offerti dai centri diurni. La riunione, che si è svolta in videocollegamento, è servita ad intavolare la discussione ed è stata poi aggiornata alla prossima settimana. Si sta lavorando, infine, attingendo a dei fondi ministeriali, al trasferimento degli uffici strategici dell’assessorato di via Donizetti al piano terra, così da consentire l’accesso a tutti.

Leggi tutto

Torna lo svuota cantine: appuntamento il 13 febbraio e il 6 marzo in contrada Brucazzi

Amministrazione comunale e Tekra insieme per organizzare due nuovi appuntamenti con lo svuota cantine. Le date sono il 13 febbraio e il 6 marzo. Due giornate volutamente ravvicinate, per dare la possibilità a quanti più cittadini è possibile di conferire i loro rifiuti ingombranti. Il servizio sarà attivo dalle ore 7 del mattino alle 12, al terminal bus di contrada Brucazzi. “Sappiamo che sono tantissimi i cittadini che attendono lo svuota cantine, – affermano il Sindaco Lucio Greco e l’assessore all’Ambiente Cristian Malluzzo – che in passato ha visto una grande partecipazione e che in molti hanno continuato a chiederci negli ultimi mesi. Finalmente riusciamo a ripartire, e chiediamo ai nostri concittadini di collaborare e di non riversarsi tutti in un’unica giornata. Chi non ha urgenza venga, magari, al secondo appuntamento. Per quanto riguarda l’altro, importante servizio che viene espletato al terminal bus di Brucazzi, ossia quello dei tamponi, onde evitare qualunque tipo di disagio, chiederemo all’ASP di fermarsi in quelle due giornate o di organizzarsi nelle ore pomeridiane. Un appello, infine, ci preme lanciarlo a chi ha già prenotato il ritiro, a domicilio, dei rifiuti. La data sarà rispettata e l’appuntamento resta valido. Pertanto, questi cittadini sono pregati di lasciare il proprio posto a chi non ha avuto modo di prenotarsi e ha esigenza di conferire i propri ingombranti”.

 

Leggi tutto