Aperti al pubblico: Lun | Mer | Ven 8.30 - 13 - Mar | Gio 8.30 - 17.30

0933 906111

𝐍𝐔𝐎𝐕𝐎 𝐒𝐄𝐑𝐕𝐈𝐙𝐈𝐎 𝐑𝐈𝐅𝐈𝐔𝐓𝐈, 𝐅𝐈𝐑𝐌𝐀𝐓𝐎 𝐈𝐋 𝐂𝐎𝐍𝐓𝐑𝐀𝐓𝐓𝐎 𝐀𝐓𝐓𝐔𝐀𝐓𝐈𝐕𝐎

Formalizzato il nuovo contratto attuativo per il servizio rifiuti. Impianti Srr e amministrazione comunale hanno trovato l’intesa ieri pomeriggio. L’ultimo passaggio sarà quello della variazione di bilancio, a copertura dei costi del servizio, calendarizzato la settimana prossima in Consiglio comunale. Presenti ieri al vertice Impianti Srr, con a capo il Ceo Giovanna Picone, il consulente Diego Stagnitto e il responsabile tecnico Grazia Cosentino, oltre che il Sindaco Lucio Greco e l’assessore all’Ambiente Ivan Liardi.
Dal momento dell’approvazione della variazione in Bilancio serviranno 120 giorni per avviare il nuovo servizio ed un’attività di pulizia straordinaria. Per il sindaco Greco e per l’assessore Liardi si tratta di “un passo molto importante che finalmente darà un servizio efficiente alla città”.
Il segretario generale Carolina Ferro sta monitorando tutto l’iter procedurale.
Con la clausola sociale per Gela ci sarà il passaggio diretto di 109 operai. Gli altri posti saranno coperti tramite concorso.

Leggi tutto

OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO E ISOLA PEDONALE IN VISTA DELLA STAGIONE ESTIVA

In vista della stagione estiva amministrazione comunale e associazioni di categoria si sono confrontati questa mattina in Municipio. All’ordine del giorno il rinnovo delle autorizzazioni per l’occupazione del suolo pubblico in centro storico. Presenti i rappresentanti di Confersercenti, Confcommercio e Casartigiani, il sindaco Lucio Greco, l’assessore allo Sviluppo Economico Francesca Caruso, il comandante dei Vigili urbani, Giampiero Occhipinti.

Il centro storico sarà diviso su tre carreggiate. Un’area sarà riservata ai pubblici esercizi. Allo studio un progetto pilota per istituire un’isola pedonale o Ztl  permanente (con autorizzazione solo per carico e scarico merci) nel tratto di strada che va da Via Marconi a Via Giacomo Navarra Bresmess.

Il nuovo piano dovrebbe partire dall’1 giugno e protrarsi fino al 30 settembre.

Leggi tutto

Contributo a fondo perduto per la rimozione e lo smaltimento di amianto nelle bitazioni

Si comunica alla cittadinanza l’apertura di un’ulteriore finestra temporale per la presentazione delle domande come da previsione di cui all’art.6 comma 6 del bando approvato con DDG. 868 del 06/09/2022 per i contributi a fondo perduto per la rimozione e lo smaltimento di manufatti e materiali contenenti amianto nelle civili abitazioni.

La riapertura della ulteriore finestra temporale, scadenza il 30 giugno 2023 giusto D.D.G. 05/DRPC Sicilia/del 13/01/2023,  con i termini ivi previsti,  è consultabile sul sito istituzionale della Regione Siciliana.

link: https://www.regione.sicilia.it/istituzioni/regione/strutture-regionali/assessorato-energia-servizi-pubblica-utilita/dipartimento-acqua-rifiuti/bando-concessione-contributo-rimozione-manufatti-contenenti-amianto

 

Allegati

1.      Proroga comunicazioni amianto D.D.G. N°05 / DRPC Sicilia / del 13.01.2023

2.      Modello domanda

3.      Allegato A :Delega per la sottoscrizione digitale e presentazione telematica delle pratiche e comunicazione dell’indirizzo di posta elettronica certificata e dichiarazione delegato

4.      Allegato B: Dichiarazione di assenso agli interventi di rimozione dei manufatti in amianto presenti nella abitazione di cui Ѐ proprietario

5.      Allegato C: Autodichiarazione ai sensi degli artt.46 e 47 d.p.r. n. 445/2000

6.      Comunicazione di cui all’art.5 comma 3 della L.R. n.10 del 2014 come modificata dall’art. 14 delle legge n.13 del 2022

Avviso proroga termini di presentazione richiesta contributo rimozione amianto

Leggi tutto

La scomparsa dell’ex Sindaco Franco Gallo, il cordoglio del Sindaco Lucio Greco

“L’improvvisa scomparsa di Franco Gallo,  ex Sindaco e attuale presidente dell’Oiv (Organismo indipendente di valutazione) , ci rattrista profondamente. Gela perde un suo degno rappresentante che ha saputo mettersi al servizio della città con competenza e dedizione”. Lo ha detto il Sindaco Lucio Greco, che ha voluto esprimere il proprio cordoglio ai familiari dell’avvocato Gallo, incontrato fino a pochi giorni fa  in Municipio per alcuni adempimenti.

Di concerto con il Presidente del Consiglio comunale Salvatore Sammito, l’amministrazione comunale ha allestito una camera ardente presso la Sala “Rinascimento” di Palazzo di Città.

Leggi tutto

Referendum caccia e disarmo, dove firmare al Comune

Il  3 marzo sono stati pubblicati in Gazzetta Ufficiale tre quesiti referendari. Due hanno come obiettivo il disarmo e uno la salute pubblica, intesi come beni comuni da governare nell’interesse delle generazioni future.

La raccolta delle firme su tutti i tre quesiti è iniziata il 22 aprile. Durerà tre mesi e dovrà raggiungere 500mila firme valide da presentare alla Corte di Cassazione e poi a quella Costituzionale, al fine di poter celebrare il referendum.

I cittadini iscritti nelle liste elettorali del Comune di Gela che intendono aderire e sottoscrivere l’iniziativa, possono recarsi presso gli uffici del comune – ufficio elettorale dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,00 e il martedì e giovedì dalle  15,30 alle 170, muniti di carta di identità in corso di validità.
Ne ha dato notizia il funzionario dell’Ufficio Elettorale Rita Psaila.

I quesiti referendari​

1
Questione sanitaria
«Volete voi abrogare l’Art. 1 (Programmazione sanitaria nazionale e definizione dei livelli uniformi di assistenza), comma 13, D.lgs 502/1992 (Riordino della disciplina in materia sanitaria), limitatamente alle parole “e privati e delle strutture private accreditate dal Servizio sanitario nazionale”?»

2
Armi all’Ucraina
«Volete voi che sia abrogato l’Art. 1 del Dl 2 dicembre 2022 n. 185, convertito in legge n. 8 del 27 gennaio 2023: “È prorogata, fino al 31 dicembre 2023, previo atto di indirizzo delle Camere, l’autorizzazione alla cessione di mezzi, materiali ed equipaggiamenti militari in favore delle autorità governative dell’Ucraina, di cui all’articolo 2-bis del decreto-legge 25 febbraio 2022, n. 14, convertito, con modificazioni, dalla legge 5 aprile 2022, n. 28, nei terminie con le modalità ivi stabilite?»
3
Export bellico
«Volete voi che sia abrogato l’art. 1, comma 6, lettera a), legge 09 luglio 1990, n. 185, rubricata “Nuove norme sul controllo dell’esportazione, importazione e transito dei materiali di armamento”, e successive modificazioni (che prevede: “L’esportazione, il transito, il trasferimento intracomunitario e l’intermediazione di materiali di armamento sono altresì vietati: a) verso i Paesi in stato di conflitto armato, in contrasto con i princìpi dell’articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite, fatto salvo il rispetto degli obblighi internazionali dell’Italia o le diverse deliberazioni del Consiglio dei Ministri, da adottare previo parere delle Camere” limitatamente alle parole “o le diverse deliberazioni del Consiglio dei Ministri, da adottare previo parere delle Camere”?»

Caccia

  1. «Volete Voi abrogare l’art. 842 del codice civile, approvato con R.D. del 16 marzo 1942 n. 262, limitatamente a: Rubrica “Caccia e”; primo comma “Il proprietario di un fondo non può impedire che vi si entri per l’esercizio della caccia, a meno che il fondo sia chiuso nei modi stabiliti dalla legge sulla caccia o vi siano colture in atto suscettibili di danno” e secondo comma “Egli può sempre opporsi a chi non è munito della licenza rilasciata dall’autorità”?».
  2. «Volete voi che sia abrogato l’art. 19-ter “Leggi speciali in materia di animali” delle disposizioni di coordinamento e transitorie del codice penale regio decreto 28 maggio 1931, n. 601, introdotto dall’art. 3 legge 20 luglio 2004, n. 189 “Norme per la protezione della  fauna selvatica e per il prelievo venatorio”, limitatamente alle seguenti parole: “di caccia” e “nonché dalle altre leggi speciali in materia di animali”?».

 

 

 

Leggi tutto