Aperti al pubblico: Lun | Mer | Ven 8.30 - 13 - Mar | Gio 8.30 - 17.30

0933 906111

Ripartono le visite dell’INPS a Gela, Greco: “Servizio fondamentale restituito alla nostra città”

“Finalmente, un servizio fondamentale è stato restituito alla nostra città. Un ringraziamento va alla direzione regionale e a quella provinciale dell’INPS per aver mantenuto la parola datami nelle scorse settimane, e per aver fatto ripartire a Gela le visite mediche a soggetti fragili quali i malati oncologici, evitando loro i disagi enormi dei viaggi a Caltanissetta”.

Così il Sindaco Lucio Greco, che, nel corso di un apposito incontro nella sede dell’INPS di Caltanissetta, si era fatto portavoce del grave problema della soppressione, a Gela, delle visite delle commissioni mediche che riconoscono l’invalidità. Greco aveva chiesto, e più volte sollecitato, il ripristino del servizio nei locali dell’INPS di Gela. “Dal momento in cui ho scritto ai vertici dell’INPS e fino a quando li ho incontrati personalmente, – continua Greco – ho rappresentato i gravi disagi di questi cittadini, che, per la loro condizione, certamente meritano un’attenzione e una delicatezza maggiori. Si parte con i malati oncologici, ma, se il servizio dovesse funzionare bene, potrebbe essere allargato ad altre categorie. E’ un momento difficile per tutti, e per tutto il sistema sanitario e previdenziale, a causa della pandemia, ed è importante aver riscontrato questa sensibilità che ha portato a risolvere un problema particolarmente sentito non solo a Gela ma in tutto l’hinterland, che ovviamente ne beneficerà”.

Leggi tutto

Virus, scuola, DAD e politica: il commento dell’assessore Nadia Gnoffo

Dichiarazioni dell’assessore Nadia Gnoffo

Tutti noi stiamo vivendo un periodo storico difficile, e chi ne sta pagando maggiormente le conseguenze sono i nostri ragazzi, costretti, da due anni a questa arte, a stravolgere la loro vita e le loro abitudini.
Pensavamo di esserci messo alle spalle il periodo più difficile, e con esso tutte le restrizioni e le limitazioni che abbiamo imparato ad accettare per il bene dell’intera collettività.
Eravamo convinti anche di aver superato il rischio della didattica a distanza, che i nostri figli hanno affrontato negli scorsi mesi con coraggio e determinazione. Invece, purtroppo, la quarta ondata e il numero elevatissimo di contagi ci hanno costretto a sospendere le lezioni in presenza e a riattivare la DAD.
È stata una scelta sofferta, ma sicuramente l’unica possibile per garantire e tutelare insegnanti e studenti, almeno fino a quando i contagi non caleranno.
È per questo motivo che, da genitore ancor prima che da assessore, voglio dire grazie a tutti i dirigenti scolastici, ai docenti e al personale scolastico, per la dedizione e la collaborazione che hanno immediatamente messo in campo, dimostrando, anche, grande spirito di adattamento.
Ci tenevo a ringraziarli per il gran lavoro che quotidianamente svolgono, nonostante tutte le difficoltà del momento, e ai dirigenti scolastici, in particolare, vorrei dire grazie per la disponibilità nei confronti dell’amministrazione e per i loro consigli, che ci hanno aiutato a prendere la decisione più giusta in una fase molto delicata.

Un messaggio di vicinanza e speranza voglio lanciarlo anche ai ragazzi e alle loro famiglie. Sappiano che stiamo lavorando ogni giorno per garantire il loro ritorno in aula il prima possibile, garantendo ad ognuno la massima sicurezza.
È un momento difficile, è innegabile, e per chi ricopre ruoli di responsabilità la pressione è tanta, ecco perché sarebbe auspicabile la collaborazione fattiva di tutti, al di là dei colori politici.
Invece, mi duole registrare l’ennesimo tentativo di strumentalizzazione da parte dei vertici locali del Pd. Quando parlano di improvvisazione nella gestione dell’emergenza, dimostrano semplicemente di non aver compreso la gravità della situazione che ciascuno di noi, nessuno escluso, sta vivendo.
La drammatica evoluzione giornaliera di contagi, ricoveri e decessi richiede un monitoraggio attento e costante insieme a tutti gli organi preposti, dalla Regione, alla Prefettura e all’Asp, fino ad arrivare allo stesso Comune, e questo purtroppo può portare anche a prendere decisioni all’ultimo secondo, pur di non danneggiare i cittadini.
Voglio rassicurare i dirigenti Dem che ogni nostra decisione è scaturita da seri e costruttivi confronti con tutti gli organi preposti, coinvolgendo anche i dirigenti scolastici, gli unici in città ad avere il reale polso della situazione nelle scuole.
Questo stiamo facendo da quasi due anni ormai, senza badare a chi cavalca l’onda del malessere e continua a lanciare messaggi e slogan che fanno solo male alla città.
Non era questo che ci aspettavamo quando abbiamo iniziato a governare Gela, ma questa emergenza abbiamo deciso di affrontarla in prima linea, mettendoci sempre la faccia e impiegando tutte le risorse a nostra disposizione.
Chi critica, invece, è proprio chi al primo ostacolo ha preferito mollare e accomodarsi nei banchi, ben più comodi, dell’opposizione. Ebbene, ognuno è libero di fare quello che vuole, ma adesso ci lasci lavorare serenamente.

Leggi tutto

Pulizia di via Crispi, divieto di sosta dalle 4.00 alle 10.00. Malluzzo: “Conto sulla collaborazione dei cittadini”

L’assessore all’ambiente, Cristian Malluzzo, dà nuovo slancio ai lavori di pulizia e spazzamento meccanico delle strade, e parte domani e sabato dalla via Crispi per poi spostarsi in altre zone e altri quartieri della città. Data la complessità dell’intervento, sarà necessario limitare la sosta veicolare, per garantire sia adeguati spazi di operatività ai mezzi della Tekra che la sicurezza della circolazione stradale e dei pedoni. Per far si che si possa operare in tutta tranquillità, è stata quindi emessa una ordinanza in materia di viabilità. Ecco cosa prevede:

– dalle ore 4.00 alle ore 10.00 del 14 gennaio 2022 divieto di sosta con rimozione forzata, eccetto i mezzi della Ditta incaricata della pulizia delle strade, in via Crispi, lato Sud, tratto compreso tra la via Butera e la via Matteotti

– dalle ore 04.00 alle ore 10.00 del 15 gennaio 2022 divieto di sosta con rimozione forzata, eccetto i mezzi della Ditta incaricata della pulizia delle strade, in via Crispi, lato Nord, tratto compreso tra la via Matteotti e la Via Butera

“Conto sulla collaborazione preziosa e fattiva della popolazione, affinché i lavori possano essere eseguiti alla perfezione. Si tratta di interventi che rientrano nell’ordinaria amministrazione, ma pulire di notte e trovare di nuovo tutto sporco al mattino non è bello né incoraggiante. Una città pulita e curata è un bigliettino da visita fondamentale ed è quello che speriamo di riuscire, finalmente, ad offrire, con l’aiuto di tutti. Avremmo potuto procedere anche senza apporre i divieti e permettendo la sosta alle auto, ma va da sé che non sarebbe la stessa cosa. Vogliamo offrire un servizio accurato e completo” ha dichiarato l’assessore Malluzzo.

Leggi tutto

Oltre il 20% dei positivi sono studenti: nuovo appello del Sindaco Greco che si appresta a decidere sulla DAD

La situazione delle scuole resta al centro dell’attenzione e dell’azione del Sindaco Lucio Greco, che continua quotidianamente a valutare le soluzioni migliori per la popolazione scolastica in questa delicata fase pandemica, partendo, come sempre, dai numeri. In base ai dati emersi dal report di ASP del 10 gennaio, relativi al giorno precedente (9 gennaio), i positivi in età scolastica a Gela sono 808 e rappresentano il 21% di tutti i positivi, ossia 3780. Alla luce di questa situazione, il Primo Cittadino ha preparato una nota destinata ai Direttori Generale e Sanitario dell’ASP di Caltanissetta, ing. Alessandro Caltagirone e dr.ssa Marcella Santino, al direttore dello SPEMP, dr. Francesco Iacono, e, per conoscenza, al Presidente della Regione, Nello Musumeci, all’assessorato regionale all’Istruzione, On. Roberto Lagalla, e a Sua Eccellenza il Prefetto, dr.ssa Chiara Armenia. Con tale nota, viene richiesto con urgenza il parere tecnico-sanitario obbligatorio in merito al rischio elevato di diffusione del virus nella popolazione scolastica, ai fini dell’adozione di tutte le misure necessarie per arginare il contagio.

Ecco il testo integrale:

“Con riferimento all’oggetto, nel richiamare in questa sede i contenuti della recente Ordinanza emessa dal Presidente della Regione Siciliana, n. 1 del 07.01.2022 , nella parte in cui, nel dichiarare Gela tra le aree sottoposte alle disposizioni previste dalla normativa nazionale per le cd. “zone arancione”, ha anche previsto la possibilità di una sospensione delle attività didattiche con conseguente adozione della DAD, si chiede di Volere esprimere, con la massima urgenza, le prescritte valutazioni tecniche di V/s competenza in ordine alla reale situazione riguardante la diffusività dei contagi tra la popolazione scolastica di questo territorio.

La consapevolezza di un ormai elevato numero di residenti risultati positivi al virus, associata alla ormai quasi completa saturazione dei posti letto disponibili in ospedale, mi induce a doverVi sollecitare per la completa definizione di una quanto più possibile dettagliata relazione sulla reale diffusività dei contagi tra le classi di età scolastica e sulle più appropriate misure in grado di prevenirli e/o quantomeno contenerli, anche al fine di vedere attenuata la oggettiva gravità del momento, non fosse altro che in ragione dell’ormai incontrollato e diffuso numero dei nuovi contagi registrati nella popolazione cittadina, specie nelle ultime due settimane.

Si sollecita, in ogni caso, l’urgente attivazione di adeguati sistemi di controllo sanitario sulla intera fascia di età compresa tra i 3 e i 15 anni, in tempo utile rispetto alla normale ripresa delle lezioni in presenza, considerando altresì che, proprio al fine di vedere meglio tutelata la salute pubblica nell’attuale aggravarsi dell’emergenza sanitaria, è volontà di questa amministrazione procedere con appropriata ordinanza alla sospensione delle normali attività didattiche con conseguente adozione della D.A.D. per tutte le scuole di ogni ordine e grado della città di Gela, per tutto il tempo in cui sarà in vigore l’istituzione della zona arancione, giusta l’ordinanza presidenziale di cui in oggetto.

Ai fini di quanto sopra, si resta in attesa di conoscere, con urgenza, le V/s determinazioni al riguardo, unitamente ai dati relativi all’effettiva incidenza della diffusività del contagio da virus Covid – 19 tra tutta la popolazione scolastica cittadina, in uno agli esiti delle campagne di screening, evidenziando che, in assenza di V/s parere tecnico – sanitario, non sarà consentita l’emissione di ordinanza sindacale a termini di quanto in proposito previsto con l’ordinanza del Presidente della Regione sopra detta, con alta probabilità di un ulteriore aggravamento della già difficile condizione di allarme sanitario in città”.

“Il mio pensiero, in linea con quello del Presidente del Consiglio Mario Draghi, – afferma il Sindaco Lucio Greco – va nella direzione di invitare ancora una volta tutti i cittadini alla vaccinazione e tutti i genitori a vaccinare i propri figli. E’ un passaggio fondamentale, questo, non solo per poter riaprire le scuole in tutta sicurezza, ma anche per non rischiare nuove chiusure di attività, nuove restrizioni e zone rosse. Chi non si è ancora vaccinato, deve capire una volta per tutte che con il proprio atteggiamento crea danni, pericoli e problemi non solo a se stesso, ma all’intera comunità. Le prossime ore, per quanto mi riguarda, saranno decisive, ma non mi sottrarrò alle scelte alle quali sono chiamato per il bene di tutti e alle mie responsabilità”.

Leggi tutto

Rientro a scuola e fine isolamento: terminata la conferenza dei Sindaci con l’ASP. Ecco le decisioni

Si è da poco conclusa la conferenza dei Sindaci della provincia di Caltanissetta, che si sono interfacciati con ASP su due questioni estremamente importanti e urgenti, al fine di una ottimale gestione dell’emergenza epidemiologica in atto. Il primo punto, naturalmente, riguarda il ritorno a scuola lunedì 10 gennaio. Nel documento con il quale i Sindaci hanno chiesto l’incontro odierno ad ASP si legge che, in assenza dello screening sulla popolazione scolastica, “si procederà alla emissione, da parte di ogni singola municipalità, dell’ordinanza per la sospensione delle attività didattiche in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado private e pubbliche almeno fino al 22 gennaio e comunque fino al completamento delle operazioni di screening”.

Ed è esattamente questa la posizione della quale si è fatto portavoce il Sindaco Lucio Greco: “Ho reiterato, come preannunciato, la richiesta di avviare immediatamente uno screening a tappeto di alunni, insegnanti e personale scolastico. In ogni caso, è molto probabile che, nelle prossime ore, alla luce dell’impennata dei contagi che si sta registrando in città, saremo dichiarati dalla Regione zona arancione. Questo provvedimento farà scattare ulteriori restrizioni e l’entrata automatica in DAD, da sancire comunque tramite mia ordinanza. Inoltre, siamo in attesa di una relazione epidemiologica della situazione a Gela da parte dell’ASP. Tutto questo lascia presupporre che lunedì non si rientrerà a scuola. Seguiranno aggiornamenti in tempo reale”.

Per quanto riguarda il problema del fine isolamento, che molti cittadini hanno riscontrato a causa dei ritardi dell’USCA, grazie alle nuove disposizioni regionali che regolamentano tamponi e quarantene tutto dovrebbe ora procedere in maniera molto più semplice e spedita. “Invito chiunque abbia ultimato il proprio periodo di isolamento, positivi e/o contatti di positivi, a recarsi presso le strutture autorizzate (drive-in dell’Asp, farmacie, laboratori privati) per eseguire un tampone antigenico al fine di ottenere il rilascio del certificato. Per chi volesse effettuare il tampone presso i drive-in, le modalità di richiesta sono indicate sul sito dell’ASP, sezione Coronavirus. A chi si sottopone al tampone a casa, ricordo che l’esito non è sufficiente per avere il via libera. Ci si deve, comunque, recare in una delle strutture autorizzate per ottenere il certificato. Ancora una volta, confido nella collaborazione e nel senso di responsabilità dei miei concittadini e li invito a vaccinarsi e a non bloccare i drive in e gli ambulatori in assenza di sintomi o se non si è entrati in contatto con un positivo” ha concluso il Primo Cittadino.

Leggi tutto

Da domani tamponi anche al Palacossiga. L’ASP accoglie la richiesta del Sindaco Greco

Con la curva dei contagi da coronavirus in netta e costante risalita, al punto da aver fatto toccare alla città vette mai viste, il Sindaco Lucio Greco cerca di contenere gli effetti negativi della quarta ondata, che sta investendo l’intera Nazione. Dopo aver firmato l’ordinanza che sancisce la sospensione del mercato settimanale per domani, 4 gennaio, il Primo Cittadino si è messo immediatamente in contatto con la direzione sanitaria dell’ASP e, date le scene di caos che da giorni si vedono in contrada Brucazzi, con file chilometriche ed estenuanti attese tra chi ha necessità di sottoporsi a tampone, ha proposto che un secondo punto in cui effettuare gli screening venga allestito all’hub vaccinale.

“Ho riscontrato la massima disponibilità da parte dei vertici di ASP – ha dichiarato il Sindaco – i quali mi hanno garantito che in contrada Marchitello sarà subito allestito un nuovo punto dove potere effettuare i tamponi, operativo dalle ore 9 di domani. Dunque, si faranno tamponi sia a Brucazzi che al Palacossiga, dove, a scanso di equivoci, è bene precisare che la campagna di vaccinazione proseguirà come sempre. Infine, un invito alla città: onde evitare che il sistema collassi, fate il tampone solo se realmente necessario, ovvero se si è stati in contatto con un positivo e sono passati almeno 3 giorni o in presenza di sintomi riconducibili al Covid”.

Leggi tutto

Troppi contagi, domani 4 gennaio niente mercato: il Sindaco ha firmato l’ordinanza

ORDINANZA SINDACALE
Oggetto: Sospensione del mercato settimanale del martedì nella giornata del 4/01/2022

IL SINDACO
Richiamati i diversi provvedimenti e Misure in materia di contenimento e gestione in materia epidemiologica da
COVID 19″;
Ritenuto di attivare in sede locale, in coerenza con le disposizioni sopra richiamate, ed in aggiunta alle misure
di profilassi di carattere generale, misure sanitarie di prevenzione e contenimento specificamente riferite agli
eventi su suolo pubblico.
Valutato che il mercato settimanale del martedì comporta un notevole afflusso di persone, provenienti dai
comuni limitrofi e che diversi operatori del mercato provengono da comuni limitrofi;
Valutato altresì che l’attuale ubicazione del mercato comporta, in alcuni punti, condizioni di particolare
affollamento di persone e che per la sua conformazione geometrica e strutturale non consente il rispetto della
distanza di sicurezza interpersonale.
Valutato il crescente e preoccupante numero di contagi registrato in città
Valutato necessario adottare provvedimenti necessari al contenimento del diffondersi di
Ritenuto pertanto opportuno, quale misura cautelare atta ad evitare una situazione di sovraffollamento,
sospendere lo svolgimento del mercato settimanale nella giornata del 4/01/2022
Visto il comma 5, art.50. D.lgs. del 18 agosto 2000 n.267;

ORDINA
Per le motivazioni espresse in premessa la sospensione del mercato settimanale nella giornata del 4/01/2022.

Leggi tutto

Conferenza stampa di fine anno per il Sindaco Lucio Greco e i suoi assessori

Conferenza stampa di fine anno questa mattina per il Sindaco Lucio Greco e i suoi assessori, a Palazzo di Città. Il Primo Cittadino ha tirato le somme di 12 mesi di impegno e di attività portati avanti nel 2021 e ha anticipato i punti principali della programmazione che si intende seguire nell’anno che sta per arrivare: dai lavori in cantiere e da completare ai problemi più importanti, la cui soluzione richiede tempi non brevi, oltre che il sostegno dei governi di Roma e Palermo.

Il bilancio del Sindaco Greco è partito dalla questione rifiuti, e, grafici alla mano, ha illustrato i dati relativi ai costi del servizio dal 2014 al 2021. Eccoli:

2014 – 5 milioni 700mila euro

2015 – 9 milioni 942mila 931,00 euro

2016 – 9 milioni 984mila 915,00 euro

2017 – 10milioni 965mila 066,00 euro

2018 – 6 milioni 825mila euro

2019 – 5 milioni 949mila euro

Fino ad arrivare al 2020 e al 2021 in cui i costi si sono attestati sui 6 milioni. “Questi sono i dati ufficiali, – ha dichiarato – in merito ai quali va rimarcato come, dal nostro insediamento, siano stati letteralmente azzerati i costi aggiuntivi, che in passato, nel 2016 soprattutto, avevano raggiunto apici impressionanti, fino ad oltre 5 milioni. Di certo, molte cose nel servizio non funzionano ancora come vorremmo, ma mi premeva mostrare questi grafici in nome della verità. Abbiamo lavorato anche per abbattere la TARI, ci siamo riusciti completamente per le attività commerciali e siamo andati incontro ai nuclei familiari con Isee fino a 25mila euro. Permangono molte criticità, ma l’impegno per il futuro è di risolverle, continuando, nel contempo, la guerra che abbiamo dichiarato a quei pochi incivili che ancora si ostinano a non fare la raccolta differenziata e a sporcare la città, che stiamo provvedendo a ripulire e a bonificare. A chi specula e ci attacca dicendo che non abbiamo fatto nulla, voglio ricordare che due gare pubbliche e due procedure negoziate in due anni e mezzo di amministrazione non è da tutti, purtroppo non hanno avuto l’esito che speravamo ma non è una nostra responsabilità. Noi abbiamo fatto tutto quello che, come Ente, era in nostro potere”.

In riferimento alla Municipalizzata Ghelas, Greco ha affermato: “E’ una vicenda che mi preoccupa e mi addolora. L’abbiamo salvata dalla liquidazione, salvaguardando i posti di lavoro e garantendo servizi essenziali alla città, e mi auguro di poter continuare su questa linea. Invito le forze di maggioranza a chiedere un incontro per confrontarci e valutare insieme le migliori soluzioni, nell’ottica del rilancio e del miglioramento di tali servizi. In questo momento, la priorità sono gli interessi della collettività e la razionalizzazione di spese e personale”.

Sul versante politico, il Sindaco si è detto molto deluso per le continue fibrillazioni in seno alla maggioranza, nonostante il recente periodo di verifica finalizzato a trovare la soluzione più giusta per il futuro e la serenità della città: “Questo clima dev’essere superato perché nocivo per gli interessi di Gela, che ha problemi decisamente più gravi da risolvere e richiede comportamenti seri, rigorosi e responsabili. Gela ha grandi potenzialità economiche, industriali e agricole, in cantiere c’è un piano strategico di sviluppo senza precedenti: portualità, CIS, centro d’eccellenza per l’idrogeno, progetto Ciliegino, sono tutti progetti che richiedono l’attenzione massima non solo nostra, ma anche dei governi nazionale e regionale. Per questo, lancio appello a tutte le forze politiche di maggioranza e di opposizione affinché aiutino non me, ma la città, accompagnandola verso un futuro di maggiori opportunità e risorse”.

Infine, riflettori puntati sull’emergenza Covid, con un nuovo appello alla vaccinazione. “Siamo nel pieno della quarta ondata, e serve un fortissimo senso civico da parte di tutti, a tutela di se stessi e degli altri. Escludo nuove zone rosse, perché l’approccio del Governo è cambiato, e voglio assicurare ai cittadini che quotidianamente mi confronto con l’Azienda Sanitaria per valutare ciò che è più giusto fare, per il bene di tutti e anche in vista della riapertura delle scuole dopo la pausa natalizia” ha affermato.

Nell’augurare alla città un sereno e felice 2022, Greco si è anche rivolto al popolo della rete. “Stop alla cattiveria gratuita, alle offese, alle bugie e all’intolleranza. Ben vengano le critiche, se costruttive. Un ringraziamento, invece, – ha concluso – a quella parte della città che non si fa sentire sui social ma che c’è, lavora, è attiva, si impegna con serietà e spirito di abnegazione e aiuta nel sociale. Ecco il mio augurio per il nuovo anno: quello di riscoprirci comunità e remare tutti insieme nell’unica direzione dell’interesse comune”.

Leggi tutto

Premio Laudato Medico 2021: il dr. Maurizio Ristagno ricevuto dal Sindaco Lucio Greco

Il premio nazionale Laudato Medico porta decisamente bene a Gela. Nel 2020 era stata la dr.ssa Valentina Territo a portare in alto il nome della città, quest’anno un’altra eccellenza gelese nel campo della medicina è riuscita a distinguersi e ad entrare nella rosa dei 12 medici, di cui due siciliani, della quinta edizione del “Riconoscimento Umberto Veronesi al Laudato Medico”. Si tratta del chirurgo gelese Maurizio Ristagno, che opera nella Breast Unit dell’ospedale “Vittorio Emanuele” e che è stato segnalato per la propria disponibilità e la capacità di ascolto, per la chiarezza nelle comunicazioni, l’empatia e il sostegno alle donne in cura. Il dr. Ristagno è stato ricevuto questa mattina a Palazzo di Città dal Sindaco Lucio Greco, grazie all’impegno del consigliere Rosario Faraci, presente all’incontro.

Il Premio Laudato Medico, lo ricordiamo, è promosso da “Europa Donna Italia” e richiama a Milano gli specialisti che operano nelle Breast Unit italiane e che migliaia di pazienti hanno segnalato nel mese di ottobre, tra i più disponibili al dialogo e all’accompagnamento nel proprio percorso di cura. Le segnalazioni quest’anno hanno raggiunto il numero record di 4.929 in 4 categorie, tutte essenziali per un approccio multidisciplinare e vincente del modello Breast Unit per la cura del carcinoma mammario: chirurghi, oncologi, radiologi e radioterapisti.

“E’ un premio che, ancora una volta, – afferma Greco – incorona la Senologia del Vittorio Emanuele come un’eccellenza, una punta di diamante nel panorama della sanità siciliana e nazionale, affidata ad un professionista che tutti stimiamo quale il prof. Giuseppe Di Martino. Al dr. Ristagno le mie congratulazioni e quelle di tutta la giunta. Ritengo fosse giusto dare risalto a questo premio, che è sinonimo di buona sanità e dimostrazione del fatto che a Gela ci sono grandi medici che fanno grande medicina e che seguono un brillante percorso professionale. Come amministrazione, vogliamo dimostrare la nostra stima e la nostra gratitudine ed essere vicini a queste eccellenze, nell’interesse della comunità locale, e continuare a lavorare in sinergia affinché la Breast Unit continui a crescere e a dare risposte valide e immediate a tutto il comprensorio”.

Nel ringraziare per l’accoglienza ricevuta, Ristagno ha avuto bellissime parole nei confronti della città e dell’ospedale Vittorio Emanuele. “Sono fiero di essere cittadino gelese – ha detto – e di poter lavorare per e nel mio territorio. Qui sono nato e cresciuto, qui ho scelto con mia moglie di far crescere qui i miei figli, perché ci credo e lavorare nell’ospedale della mia città al fianco del dr. Di Martino mi inorgoglisce. Un ringraziamento speciale, naturalmente, a tutta la squadra della Breast Unit, senza la quale non avrei potuto raggiungere questo importante traguardo”.

Leggi tutto

Emergenza Covid: Comune, ASP e Prefettura a confronto. Greco: “Siamo in emergenza”

“Siamo in emergenza. Anche questa mattina, in videoconferenza, ho avuto modo di confrontarmi con ASP e Prefettura e i dati che stanno emergendo relativamente ai nuovi casi Covid sono davvero preoccupanti”. 

Così il Sindaco Lucio Greco, che ha reso noto che solo ieri a Brucazzi sono stati eseguiti 978 tamponi, un numero impressionante e mai registrato in città, mentre i vaccini inoculati sono stati 800. Nel corso del confronto odierno sulla gestione dell’emergenza pandemica, l’ASP ha annunciato l’assunzione urgente di biologi, assistenti sociali, farmacisti e infermieri, chiamati ad arginare il dilagare del virus e le sue conseguenze più gravi. Richiamati anche i medici di medicina generale per fare quanto in loro potere. Insomma, una chiamata alle armi generale, perché la curva epidemiologica è nuovamente schizzata in alto.

“Anche la Croce Rossa e la Procivis sono state coinvolte e saranno impegnate in attività di presidio all’hub vaccinale e a Brucazzi. Da nord a sud stiamo assistendo allo spettacolo impressionante di cittadini diligenti in fila per fare il tampone e per vaccinarsi, ed è giusto che siano assistiti e che i disagi siano ridotti al minimo. Noi come Comune, insieme all’ASP e alla Prefettura, abbiamo attivato tutte le procedure d’urgenza, con la speranza che anche questa ondata possa esaurirsi presto e senza gravi danni” ha dichiarato il Sindaco Lucio Greco, che lancia un appello alla prudenza in vista del Capodanno: “Nel ricordare a tutti che è in vigore un’ordinanza sindacale che vieta gli assembramenti, chiedo ai miei concittadini di essere responsabili e di evitare in ogni modo situazioni di pericolo in cui il contagio può correre. Con grande senso civico, in molti hanno annullato gli eventi organizzati, a costo di perdere gli incassi. Mi auguro che, con la stessa sensibilità, tutti possano rinunciare ad una serata di festa per evitare di ammalarsi”.

 

Leggi tutto